Capodrise - PHARINA La pizza di Otello Schiavon

di Angela Merolla

La Pizza, pietanza storica amata dai più, discussa e sempre in voga, indubbiamente è il prodotto simbolo del made in Italy all’estero. Un’arte quella di far pizza, tanto legata alla tradizione ma altrettanto volta all’evoluzione, partendo dalle farine utilizzate alle tecniche di lievi-maturazione, dalla stesura del panetto agli ingredienti che la completano.

La pizza è un tutt’uno con la città di Napoli, infatti si sa per certo, che a Napoli nel 1500 ad un pane schiacciato venne dato il nome di pizza e che insieme al Vesuvio, da sempre sono i simboli della splendida città partenopea.

Tante le filosofie relative alla realizzazione della pizza, ogni pizzaiolo ha la propria e nel nome della pizza si contemplano svariate alternative.

La Pizzeria Pharinadi Capodrise in provincia di Caserta, con i suoi spazi esterni e la sala interna, vanta di una penisola a vista dove un

team di validi pizzaioli capeggiato da Otello Schiavon, prepara e sforna quotidianamente le sue pizze.

I panetti nascono da un blend di farine “0” appartenenti a molini diversi, l’impasto diretto semplice subisce 30 ore di maturazione e porta un’idratazione del 72%.

Gli ingredienti selezionati per guarnire il disco di pasta, sono accuratamente scelti da Otello, che spazia tra i migliori sapori italiani.

Questi i parametri dettati dalla sua filosofia sulla pizza, ovvero, quella a lui più giusta e congeniale; ma lasciamo che ci dica di più:

Otello Schiavon

-La definisco avventura, questa strada intrapresa nel mondo della Pizza e nasce precisamente circa 5 anni fa, grazie al cuoco Paolo Bagnini de La Vignarella, un amico fraterno che mi ha avviato alla pizzeria, viste in me capacità e tanto interesse, ma non dimentico gli insegnamenti di Francesco Di Salvo.

Da Pharina mi impegno ogni giorno affinché la mia brigata sia solida e lavorino tutti in sinergia tra loro.

Propongo ai miei clienti sapori semplici, con una predilezione per i prodotti tipici della mia terra, ovvero il casertano.

Provo ad arrivare non solo al loro palato ma anche ai loro cuori con una pizza soffice e digeribile, che dalla tradizione si apre a nuove combinazioni di sapori, una pizza giovane e dinamica che non dimentica le sue radici.

futuro prossimo di aprire un’altra pizzeria magari in città. 

Ogni pizza che preparo, sin da quando ero bambino, la realizzo come se fosse la prima volta, con lo stesso entusiasmo, la stessa voglia di fare bene e di portare gusto e piacere a tavola.

La mia pizza la immagino come una donna, calda, soffice e gustosa, bionda, profumata e genuina, con un carattere tutto da scoprire.

Carca nel Sito

Sfoglia i contenuti 

Iscriviti alla newsletter! Una volta al mese ti manderò dei contenuti nuovi oppure, di tanto in tanto, ti informerò di qualche nostra iniziativa . Portrai sempre cancellare la tua iscrizione seguendo i link.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.