Il sapore e il profumo delle fragole: Il 54% dei consumatori è deluso

- di  Giovanna Angelino

Diciamoci la verità, non esistono più le vecchie stagioni e poi tutto oggi ha un sapore diverso. Se ne sono accorti i consumatori di fragole, che negli ultimi tempi sono stati delusi dal sapore del frutto rosso; una recente ricerca del Monitor Ortofrutta di Agroter ha evidenziato che per il 54% degli italiani, il gusto delle fragole è peggiorato.

Ad avvalorare lo studio, pare che almeno da cinque anni gli acquisti di fragole siano scesi di circa tre tonnellate.

Il Consiglio per la ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria corre ai ripari; infatti, si stanno studiando nuove varietà di fragole, per far ritornare di nuovo il vecchio sapore. Ciò che sempre più ricerche indicano è che vi è una forte tendenza a fabbricare, manipolando i prodotti che la natura offre già.

Da alcuni anni a questa parte, vi sono opposte posizioni fra chi sostiene le coltivazioni naturali e chi spinge per il cibo prefabbricato e preconfezionato; frutta e verdura non fanno eccezione, si sceglie di costruire in laboratorio quello che esiste già. Ogni prodotto, specie quelli della terra sono sempre più poveri delle proprietà originarie, perché a essi sono aggiunti conservanti, additivi per renderli più freschi, più dolci, con la conseguente perdita del sapore e del profumo tipici.

Per troppi anni il progresso della tecnologia ha fatto pensare che si potesse sostituire il lavoro dell’uomo con le macchine e i robot, e sostituirsi perfino alla natura, modificando beni, che andavano già bene così. L’unica macchina perfetta infatti è la natura.

Fra gli scaffali del supermercato troviamo cibi senza glutine, senza zucchero, senza lattosio, a lunga conservazione, con aspetto invitante, senza sapere che tutto questo ha un prezzo, soprattutto per la nostra salute. I consumatori sono alla disperata ricerca di prodotti sicuri e sani, di quelli che una volta offriva la natura gratuitamente o quasi. Uno studio ci dice che le persone sono disposte a pagare anche fino al 20% in più per avere un prodotto sicuro.

Oggi, invece dopo aver massacrato la natura e fabbricato prodotti su misura per consumatori, che in realtà non li vogliono, la tendenza delle aziende produttrici si è invertita, si spende di più per avere prodotti naturali (ma la natura è sempre la stessa, cos’ha che non va?). I consumatori vogliono spendere di più per riavere il vecchio sapore delle fragole, ma perché nel frattempo cosa è successo?

Carca nel Sito

Sfoglia i contenuti 

Iscriviti alla newsletter! Una volta al mese ti manderò dei contenuti nuovi oppure, di tanto in tanto, ti informerò di qualche nostra iniziativa . Portrai sempre cancellare la tua iscrizione seguendo i link.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.