Il tentativo croato di clonare il marchio Prosecco: Patuanelli controbatte

 

  • Fonte: Ansa

  • Immagini tratte da google

Attacco al Prosecco italiano, iniziata la guerra fra il consorzio di tutela e l’Europa

"Ci opporremo con tutte le forze possibili" alla pretese della Croazia e "a una scelta che la Commissione europea dovrà fare e che dovrà tenere conto delle nostre controdeduzioni". Lo ha assicurato il ministro per le Politiche agricole, Stefano Patuanelli, in merito allo scontro tra Prosecco e Prosek, ospite di una trasmissione di "Telequattro".

Il consorzio di tutela si è fatto sentire e ha dichiarato che la richiesta fatta all’UE dalla Croazia, di riconoscere il loro Prosek è in grado di minare alla radice tutto l'impianto delle Indicazioni Geografiche europee.

La storia del Prosecco è molto più datata e consolidata di quella del Prosek croato - ha sottolineato Patuanelli - e ovviamente faremo tutto il possibile per spiegare alla Commissione la situazione reale.

Il ministro ha quindi riferito che domani invierà un'informativa al Senato: "Stiamo lavorando con il sottosegretario Centinaio e con gli Uffici - ha spiegato - per approntare nel modo migliore possibile le nostre opposizioni. L'Italia è attrezzata".

 

L’europarlamentare Paolo De Castro, ex ministro dell’agricoltura, ha inviato una lettera al Commissario all’agricoltura, Janusz Wojciechowski, nella quale ha ricordato che il regolamento Ue sull’Organizzazione comune dei mercati agricoli stabilisce che le denominazioni di origine e indicazioni geografiche protette devono essere tutelate da ogni abuso, imitazione o evocazione, anche quando il nome protetto viene tradotto in un’altra lingua.

Inoltre, la Croazia  non aveva chiesto la protezione della denominazione Prosek, proprio perché  consapevole che fosse in conflitto con la tutela riservata al nostro Prosecco.

Carca nel Sito

Sfoglia i contenuti 

Iscriviti alla newsletter! Una volta al mese ti manderò dei contenuti nuovi oppure, di tanto in tanto, ti informerò di qualche nostra iniziativa . Portrai sempre cancellare la tua iscrizione seguendo i link.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.